[entry-title permalink="0"]

Si riporta di seguito il link al quale scaricare l’articolo dell’11/01/2016 sulla mediazione dichiarata improcedibile quando non iniziata effettivamente dalle parti

http://www.oua.it/NotizieOUA/scheda_rassegna.asp?ID=16688

[Il Giudice osservava, quindi, come l’effettivo esperimento del procedimento di mediazione non è assolutamente rimesso alla mera discrezionalità delle parti, con conseguente libertà di queste, una volta depositata la domanda di avvio della procedura e fissato il primo incontro dinanzi al mediatore, di manifestare il proprio disinteresse nel procedere al tentativo, ma costituisce condizione di procedibilità della domanda giudiziale. L’art. 8 del dlgs 28/2010, nel prevedere che il mediatore, durante il primo incontro, debba invitare le parti e i loro avvocati «ad esprimersi sulla possibilità di iniziare la procedura ili mediazione», secondo il giudice deve essere interpretato «nel senso di attribuire al mediatore il compito di verificare l’eventuale sussistenza di concreti impedimenti all’effettivo esperimento della procedura e non già quello di accertare la volontà delle parti in ordine all’opportunità di dare inizio alla stessa. Se così non fosse non si tratterebbe, nella sostanza, di mediazione obbligatoria bensì facoltativa e rimessa al mero arbitrio delle parti»]